Landonio Consulenze

Storia della Fisica e dell'Energia (a Misura d'Uomo)

Storia

Energia

"Chiunque può far parte della Storia. Solo un grand'uomo la può scrivere" (Oscar Wilde)


PREMESSA

Gli storici Marc Bloch e Lucien Fèbvre, più di mezzo secolo fa, avevano affermato che “la sola storia degna di questo nome è una storia umana”. La nuova interpretazione della storia, cioè, si fondava sull’uomo “che è la misura della storia, sua unica misura, sua ragion d’essere”.

Come gli uomini possono essere i soggetti della storia, perché non leggere la fisica “a misura d’uomo” ?

Nella storia dell'energia, della fisica e delle sue discipline, gli scienziati sono sempre stati i protagonisti di scoperte rivoluzionarie; ma lo scienziato non è un uomo astratto, immutabile e identico; spesso dà dei contributi minimi che non sono però meno importanti dei passi finali che portano a una scoperta o a una tesi scientifica. Ecco alcuni personaggi, in ordine di nascita.

ISAAC NEWTON - l'eliocentrico

(Woolsthorpe 1642 - Londra 1727)  

"Se ho visto così lontano è perché sono salito sulle spalle dei giganti"

"Non so come il mondo potrà giudicarmi ma a me sembra soltanto di essere un bambino che gioca sulla spiaggia, e di essermi divertito a trovare ogni tanto un sasso o una conchiglia più bella del solito, mentre l'oceano della verità giaceva insondato davanti a me".

 

 

BENJAMIN FRANKLIN - il pioniere

(Boston 1706 - Filadelfia 1790)  

Oltre che scienziato, Franklin fu un letterato e un uomo politico; discendente da una famiglia calvinista, amava leggere molti libri come quelli di Locke e Pascal; specializzato in arte tipografica divenne ben presto direttore delle poste in Pennsylvania. Aveva anche delle eccellenti qualità diplomatiche e politicamente era un democratico convinto (di questi tempi avrebbe festeggiato Obama!).

Alla sua morte l’America decretò un lutto di 2 mesi; per i suoi connazionali infatti egli era considerato un eroe anche perchè il 4 Luglio del 1776 era stato uno dei firmatari della dichiarazione d’indipendenza verso la ex-madrepatria Inghilterra. Nasceva una nuova nazione di cui il primo presidente fu George Whashinton.

Gli Stati Uniti lo ricordano con la banconota da 100 dollari.

Frasi celebri:

"Ben fatto" è meglio che "ben detto"

"Bada alle piccole spese: una piccola falla affonda una grande nave"

"Ricorda che il tempo è denaro"

"Non c'è niente di certo al mondo tranne la morte e le tasse"

"Ogni cosa al suo posto e un posto per ogni cosa"

 

Ecco la rassegna stampa.

Data e rivista Autore  Contenuto

1994-06

McL-Franklin.pdf

Marco Landonio

Storia, curiosità dello scienziato americano e i suoi contributi scientifici (carica elettrica, bottiglia di Leida, il parafulmine)

2006-05

GdI-Franklin.pdf

Andrea Albini

Un ricordo dello scienziato americano e della nascita dell'ingegneria elettrica

NB: i diritti di Copyright © e di Responsibility delle Case Editrici sono riservati.

ALESSANDRO GIUSEPPE VOLTA - lo sperimentatore

(Como 1745 - Pavia 1827)

Alessandro Giuseppe Antonio Anastasio Volta (così era stato battezzato) ben presto rivelò una vocazione per gli studi naturalistici e fisici e rischiò perfino di morire annegato, all’età di 12 anni, cercando di rintracciare una vena d’oro in una fonte d’acqua.

I parenti lo volevano prima un legale, poi un religioso, ma a 16 anni egli abbandonò il collegio dei Gesuiti, per coltivare la sua passione, anche se la scienza elettrica, quando esordì, era ben poca cosa.

Insegnò nelle scuole di Como e poi progredì nella carriera, sino alla carica di rettore all’università di Pavia.

Un colpo apoplettico (la rottura di un vaso sangiugno nel cervello) fu all’origine dei suoi peggioramenti fisici e della sua morte all’età di 82 anni.

Vai alla rassegna stampa.
Data e rivista Autore  Contenuto

1994-06

McL-Volta.pdf

Marco Landonio

Storia, curiosità dello scienziato italiano e i suoi contributi scientifici (l'elettricità animale e la polemica con Galvani, la forza elettromotrice, la pila)

NB: i diritti di Copyright © e di Responsibility delle Case Editrici sono riservati.

JEAN BAPTISTE JOSEPH FOURIER - il mancato sacerdote

(Auxierre 1768 - Parigi 1830)

Tra la vita sacerdotale e quella di studioso matematico, scelse la seconda.

Vai alla rassegna stampa.

Data e rivista Autore  Contenuto

2003-05

Costruire Impianti

Massimo Gozzi

Lo scienziato donò il suo contributo alla teoria della propagazione del calore nei solidi, ipotesi rivoluzionaria per l'epoca. Ne deriva la nota legge di Fourier

NB: i diritti di Copyright © e di Responsibility delle Case Editrici sono riservati.

ANDRÈ  MARIE AMPÈRE - l’enciclopedico

(Lione 1775 - Marsiglia 1836)

Il grande fisico francese era particolarmente interessato di matematica ma aveva una vastità di altri interessi intellettuali; la sua carriera scientifica fu rallentata anche da questo oltre che da difficoltà finanziarie. In età giovanile passava da studi sulla meccanica teorica alla costruzione pratica di macchine, alla teoria del volo degli aquiloni, ai linguaggi artificiali, alla musica, all’astronomia. Si occupò anche di filosofia e metafisica, di botanica e letteratura.

Non riuscì mai a concentrarsi in modo esclusivo su un’unica disciplina per applicare tutto il suo genio in essa; ma egli non vide mai alcuna contraddizione in tutto questo poiché era convinto di una unità fondamentale alla base di ogni conoscenza. Morì di polmonite nel 1836.

Vai alla rassegna stampa.
Data e rivista Autore  Contenuto

1994-06

McL-Ampère.pdf

Marco Landonio

Storia, curiosità dello scienziato francese

NB: i diritti di Copyright © e di Responsibility delle Case Editrici sono riservati.

ROBERT STIRLING - il motorista

(Scozia 1790 - 1878)  

Nato nella fattoria di famiglia studiò e applico le macchine per gli usi agricoli e delle miniere.

MICHAEL FARADAY - il rivoluzionario

(Newington 1791 - Hampton Court 1867)

Di umile famiglia, Faraday cominciò la sua carriera scientifica come assistente di fisica e difatti il suo primo laboratorio sperimentale era un semplice scantinato.

Con i suoi primi esperimenti di chimica, ottenne la liquefazione di diversi gas (come la CO2 e il Cl), fino ad allora ritenuti permanenti.

Anch’egli, come Ampère che era più vecchio di 16 anni, si interessò moltissimo degli esperimenti di Oersted con le sue successive importanti ricerche di elettromagnetismo.

Vai alla rassegna stampa.
Data e rivista Autore  Contenuto

1994-06 McL_Faraday.pdf

Marco Landonio

Storia, curiosità dello scienziato inglese e i suoi contributi scientifici (il disco di Faraday, la legge dell'induzione, la polarizzazione della luce, l'elettrolisi)

NB: i diritti di Copyright © e di Responsibility delle Case Editrici sono riservati.

CHARLES ROBERT DARWIN - l’esploratore

(Shrewsbury 1809 - Londra 1882) 

Naturalista, geologo ed agronomo, fu celebre per la teoria dell'evoluzione.

Il secondo dei suoi dieci figli, George Howard, entrò nel dibattito sulla formazione della Luna (Le Scienze n. 313 sett. ‘94).

Anche i suoi studi sembrano avere un fattore genetico: il nonno Erasmus Darwin era un naturalista e poeta, pioniere della teoria dell’evoluzione.

James Prescott Joule - il caloroso

(Shrewsbury 1818 - Londra 1889)  

Fisico inglese, allievo di John Dalton. Studiò a lungo le misurazioni, il calore (l'unità di misura del calore prende il simbolo dal suo nome), la corrente elettrica.

Vai alla rassegna stampa.

Data e rivista Autore  Contenuto

2003-08

Costruire Impianti

Giacomino Redondi

Contribuì ai fondamenti della nascente disciplina della termodinamica

NB: i diritti di Copyright © e di Responsibility delle Case Editrici sono riservati.

CARL PAUL GOTTFRIED von LINDE - l'aeriforme

(Berndorf 1842 - Monaco di Baviera 1934)

Ingegnere tedesco, studiò la liquefazione del gas naturale (600 volte in meno di occupazione di volume); eseguì infatti fondamentali ricerche sulle bassissime temperature, che permisero di ottenere la liquefazione dell'aria e la separazione industriale dell'azoto dall'ossigeno e dai gas rari.

Inventò inoltre lo scambiatore di calore.

Vai alla rassegna stampa: 
Data e rivista Autore  Contenuto

2007-06

GdI-Linde.pdf

Bruno Ciborra

Più di 100 anni fa sperimentò le liquefazioni dell'ammoniaca, da cui seguirono gli esperimenti per liquefare il gas naturale (metano) e trasportarlo

NB: i diritti di Copyright © e di Responsibility delle Case Editrici sono riservati.

OLIVER HEAVISIDE - il dimenticato

(Londra 1850 - Torquay 1925)

Oliver Heaviside, fisico e matematico inglese, nato in un povero quartiere di Londra è un personaggio che sembra tratto da un romanzo di Dickens. Da piccolo infatti fu colpito dalla scarlattina che gli danneggiò permanentemente l’udito, rendendo subito difficili i rapporti con gli altri bambini. Questo isolamento contribuì alla formazione di una persona geniale, ma nello stesso tempo sarcastica e polemica con gli uomini e con la stampa.

A 16 anni abbandonò la scuola e, imparando l’alfabeto Morse e i primi rudimenti di elettricità, fece per 6 anni l’unico lavoro retribuito della sua esistenza in una società di telegrafi in cui acquisì esperienza pratica e promozioni. Forse innamorato delle teorie di Maxwell o forse per la progressiva sordità, Heaviside abbandonò il lavoro per dedicarsi allo studio e ottenne notevoli progressi su questioni di elettromagnetismo ed elettro-fisica matematica nonché in telegrafia e telefonia.

HANRY FORD - il genio della semplicità

(Dearborn 1863  - Detroit 1947)

...

"Quello che non c'è non si rompe"

"Ogni cliente può ottenere un'auto colorata di qualunque colore desideri, purché sia nero"

...

ALBERT EINSTEIN - il relativista

(Ulm 1879 - Princeton 1955)

Fisico tedesco, si naturalizzò prima in Svizzera e poi negli Stati Uniti.

Premiato con il Nobel nel 1921 per la scoperta dell'effetto fotoelettrico, alla base dell'energia fotovoltaica, nonché per il suoi contributi alla fisica teorica (valutò quantitativamente e approfondì il moto browniano, introdusse il concetto del quanto di luce, espose la teoria della relatività speciale).

Le CORBUSIER - l'architetto

(Francia 1887 - 1965)

Architetto e urbanista in Francia e a Berlino.

"Le risorse sensazionali della nostra epoca sono messe a servizio dell’uomo"

"L'edificio è una macchina da abitare"

 

preventivi gratuiti DI CERTIFICAZIONE e informazioni:    energia@landonio.biz   info@landonio.biz

Non è consentito l'utilizzo del materiale del sito, se non dietro espressa autorizzazione dei titolari dei diritti

©2008-2010 Landonio Consulenze - Michele Landonio Webmaster